Anni Azzurri Il Giardino: RSA che diventa una grande famiglia contro il Covid-19

In queste settimane abbiamo sentito come il Covid-19 non abbia risparmiato neanche le residenze per anziani: numerosi sono stati i casi rilevati in queste strutture. Ma questo non vale per tutte: “Anni Azzurri Il Giardino”, a Bagnolo in Piano, ha “retto il colpo” e i decessi, dal 21 febbraio al 18 aprile 2020 sono stati inferiori del 17% rispetto allo stesso periodo nel 2019. In tutta l’Emilia Romagna le Residenze Sanitarie Anni Azzurri hanno registrato nello stesso periodo un calo dei decessi del 32% rispetto all’anno precedente.

Questo è stato possibile grazie alla tempestività con cui queste strutture sono state “blindate” fin dal 5 marzo. Le dichiarazioni della direttrice Daniela Zaccarelli rivelano l’impegno con cui fin da subito si è cercato di garantire la sicurezza dei dipendenti e degli ospiti. La prima cosa da fare è stata assicurare la fornitura dei cosiddetti DPI (Dispositivi di Protezione Individuale), cioè le mascherine. Inoltre per rendere più facile l’isolamento è diventata una priorità procurare agli ospiti dei tablet per comunicare con i familiari e aggiornarli sulla situazione. Allo stesso modo gli operatori hanno dato la disponibilità per fare la spesa per gli anziani presenti nella struttura. Insomma in questa situazione di difficoltà e di isolamento la RSA Il Giardino Anni Azzurri diventa quasi una vera e propria famiglia dove tutti, dirigenti e operatori, si danno da fare per il benessere e la sicurezza di tutti.

Inoltre si dedica parte della giornata allo svago e al divertimento degli ospiti, con giochi da tavola e attività di animazione professionale. Infine non vengono trascurate le cure estetiche, grazie al personale interno che si presta come barbiere o parrucchiera.

Questo è il segreto del successo con cui questa RSA ha affrontato e sta affrontando questa emergenza in modo sicuro e trasparente.