“Caffè-Scienza”: nel 2021 la divulgazione scientifica informale continua su Facebook

La pandemia che stiamo affrontando non ha bloccato il progetto “Caffè-Scienza”, che anzi si è rinnovato ed è diventato virtuale. Di cosa sto parlando? Si tratta di un’iniziativa promossa da Unimore e Pleiadi che si pone l’obiettivo di “diffondere ad un pubblico eterogeneo argomenti di scienza e tecnologia in modo accessibile e colloquiale”, citando le parole della Prof.ssa Nasi di Unimore. L’evento giunge alla quinta edizione e nelle “puntate” precedenti veniva organizzato in un modo particolare: il pubblico si riuniva per ascoltare un ricercatore o un docente in un locale, bar o caffè. In questo modo, mentre consumavano una bevanda, gli spettatori potevano partecipare attivamente, cosicché il risultato fosse un dialogo informale su una tematica scientifica.

Il desiderio per questa edizione era quello di mantenere la componente colloquiale, nonostante l’emergenza sanitaria abbia inciso sull’organizzazione dell’evento. Per questo è stato “trasferito” sulla piattaforma Facebook del Caffè Scienza Modena, dove il pubblico si potrà collegare per intervenire e richiedere chiarimenti. Saranno 3 incontri, che si terranno mercoledì 13,20,27 alle 17:30. 

Il progetto vede la collaborazione anche della Fondazione Cassa di Risparmio di Vignola, della Biblioteca Comunale “Auris” Francesco e della Bibliocafè di Vignola. La coordinazione è affidata alla Prof.ssa Milena Nasi e alla Prof.ssa Anna Vittoria Mattioli del Dipartimento CHIMOMO di Unimore, insieme al Prof. Marcello Pinti del Diparitmento di Scienza della Vita di Unimore.

Il tema di questa edizione è il rapporto tra lo sport e la scienza; in particolare nel primo incontro si tratterà la questione del doping come uso distorto della ricerca scientifica. Nel secondo il focus sarà sull’aspetto psicologico della competizione sportiva. Infine si discuterà del ruolo dei materiali e della loro evoluzione nel migliorare le performance sportive.