Unimore: il secondo semestre riparte in sicurezza e in presenza

L’8 marzo 2021, ad un anno dall’inizio del lockdown e quindi della didattica a distanza, inizia il secondo semestre e Unimore annuncia il ritorno nelle aule per le lezioni. Naturalmente la sicurezza sarà la priorità nell’organizzazione delle attività: si tratterà di un ritorno progressivo che non supererà il 50% degli iscritti per ogni sede dell’Ateneo. Il ritorno alle lezioni frontali sarà soprattutto per tutte le matricole e gli iscritti agli anni successivi di alcuni Corsi di Studio; riguarderà anche coloro che svolgono attività professionalizzanti, laboratori, tirocini curriculari e che coinvolgano piccoli gruppi. Tutto ciò è stato possibile grazie al lavoro incessante da marzo 2020 per creare nuovi spazi e poli didattici: si tratta di luoghi del tessuto cittadino in cui l’Università potrà ospitare moltissimi studenti. Tra questi uno degli ultimi è l’ex seminario arcivescovile di Reggio Emilia, con una capienza massima di 2000 persone. Il Magnifico Rettore, il Prof. Carlo Adolfo Porro, è molto soddisfatto del lavoro fatto e ci ha tenuto a ringraziare tutti coloro che hanno dato il loro contributo perché l’8 marzo 2021 possa essere il giorno della ripartenza della didattica in presenza.

Le sedute di laurea e gli esami si svolgeranno ancora a distanza, tranne nei casi in cui siano necessari strumenti o spazi specifici. D’altra parte i tirocini curriculari esterni si potranno svolgere in presenza, seguendo le “Linee guida per la riapertura delle attività economiche, produttive e ricreative”, stabilite dalla Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome.