Dirt Tapes: gli album di oggi, di ieri e di domani in cassetta

Dalla passione per l’analogico nasce Dirt Tapes, la nuova etichetta di musicassette. Con l’uso di macchinari professionali di alta qualità e con una grande cura per tutti i dettagli estetici del prodotto, che seguono un lavoro grafico minuzioso e attento, Dirt Tapes si impone come la prima etichetta in Italia che produce musicassette originali con macchinari propri, affiancando gli artisti nella realizzazione della cassetta più adatta a rappresentare la propria musica.

“L’idea dietro Dirt Tapes è semplice: raccontano i fondatori – far uscire in cassetta album di ieri, oggi (e domani) senza barriere di genere e di nazionalità, l’unica regola è il rispecchiare i gusti singoli e comuni delle persone coinvolte in questa avventura.”

Forte di questa idea, Dirt Tapes annuncia i primi 3 album scelti e riproposti nella speciale versione audiocassetta: “La seconda rivoluzione sessuale” dei Tre allegri ragazzi morti, “Vita e opinioni di Nello Scarpellini Gentiluomo” degli Zen Circus e “Auff” del Management. Disponibili in pre-order dal 23 settembre su www.dirttapes.com, le tre opere, realizzate in edizione limitata su cassetta di sole 250 copie, saranno in vendita dal 15 ottobre in una selezione di piccoli negozi di dischi della penisola.

Un oggetto pensato per gli appassionati, i collezionisti, ma anche per chiunque voglia rendere ancora tangibile l’esperienza dell’ascolto. Un ritorno all’analogico e al contatto diretto con il supporto fisico, senza abbandonare mai la modernità: all’interno del booklet di queste nuove audiocassette è presente, infatti, un QR code con cui ascoltare l’album anche in versione streaming.

“Speriamo di cuore che vi arrivi la passione e l’amore che abbiamo messo dentro queste cassette: – affermano i fondatori. Quando abbiamo infilato le prime copie sfornate dalla Tapematic dentro il mangianastri l’emozione nell’ascoltarle è stata fortissima.

Dirt Tapes non è una guerra alla musica in formato digitale (nel booklet c’è un qr code con cui ascoltare l’album anche in versione “liquida”), ma per noi il legame con il supporto fisico è ancora qualcosa di imprescindibile, come per il vinile, un’altra nostra grande passione insieme alle cassette. Il “toccare” un disco, a gusto personale, è un qualcosa che resterà legato per sempre all’ascolto della musica.

Dirt Tapes nasce dopo 3 anni di intenso lavoro alla ricerca della strumentazione migliore e del perfezionamento delle tecniche di produzione e registrazione, da un gruppo di appassionati di musica e collezionisti dei supporti audio analogici, professionisti del settore e addetti ai lavori: Karim Qqru, musicista, produttore e membro degli Zen Circus, David Stefani, musicista e organizzatore di eventi, Max Iantorno, speaker radiofonico e booking agent, Giacomo Coveri, licensing advisor.

Tra le attività della Dirt Tapes anche la produzione di cassette per label, band, merchandising, con un impegno a 360 gradi, dall’idea grafica alla stampa, oltre alla realizzazione e alla vendita di cassette vergini da 45 e da 60 minuti.

Dirt Tapes produce le audiocassette con una linea completa Tapematic del 1991 totalmente composta da pezzi originali e revisionati; lo stesso modello con il quale sono state create quelle milioni di copie di tape che hanno animato e scandito la vita di generazioni attraverso walkman, stereo ed autoradio di tutto il mondo.

Per informazioni:

Realizzazioni Grafiche per Dirt Tapes: Veronica Simionato

Distribuzione: Audioglobe