I tweet di @radiorumore

RuMORE è un progetto di CE@

CEA_banner

borea

Future Film Festival 2015 PDF Stampa E-mail
Scritto da Gabriele Pasca   
Mercoledì 06 Maggio 2015 07:02

futureIl Future Film Festival compie diciassette anni. La più importante rassegna cinematografica italiana dedicata alle tecnologie applicate all’animazione ha aperto i battenti il 5 maggio nella consueta cornice del Cinema Lumiere di Bologna.

Il tema di quest’anno, inequivocabilmente legato al topic di Expo 2015, sarà “eat the future”. Una cinque giorni ricca di appuntamenti che superano la classica proiezione, spaziando da workshop a conferenze sino a veri e propri party con dj set. Tanti i volti noti che presenzieranno questo appuntamento: fra tutti Mario Addis, importante animatore e illustratore italiano, già vincitore di numerosi premi internazionali di settore, ed Ari Folman, autore israeliano che presenterà alcune immagini tratte dal suo ultimo film sulla vita di Anna Frank.

TEMATICA UNIVERSALE
Un “famelico sguardo sul cibo” – come spiegano i direttori artistici Giulietta Fara e Oscar Cosulich – attraverso le “lenti” che più si addicono alla kermesse: fantascienza e horror. Non proprio ottimistica, dunque, la prospettiva dalla quale il festiva guarderà il futuro, ma, in ogni caso, il divertimento del pubblico sarà assicurato. Sì, perché gli organizzatori hanno pensato proprio a tutti, ed oltre ad accontentare, come sempre, gli appassionati del genere, hanno dato spazio anche ai più piccoli, per i quali sono stati pensati sei eventi esclusivi che, insieme alle tante proiezioni adatte a loro, compongono il mosaico della sei giorni Bolognese.

TRE ITALIANI IN GARA
Nutrita presenza di italiani quest’anno che, dopo alcuni anni di sostanziale assenza, tornano a comparire nel palinsesto del Festival. Una sola proposta nella sezione lungometraggi, quella di Paolo Gaudio che con il suo “Fantasticherie di un viaggiatore solitario”, già vincitore di tre premi internazionali, debutta in Italia. Due, invece, saranno i film fuori concorso: Index 0 di Lorenzo Sportiello e Burqua di Marco Pavone, in anteprima italiana.

DA NON PERDERE
Sono tanti gli appuntamenti di assoluto rilievo nell’edizione di quest’anno del Future Film Festival. Fra tutti bisogna segnalare l'edizione restaurata digitale del capolavoro di Martin Scorsese “quei bravi ragazzi”. L’evento, realizzato in collaborazione di “Fondazione Cineteca Bologna” e “Warner Bros. Italia” sarà preceduto da un video-messaggio che lo stesso Scorsese ha registrato per salutare tutti i partecipanti (Proiezione ore 20 di Domenica 10 Maggio, Cinema Lumiere). In evidenza, ancora, il convegno internazionale dedicato al tema delle Graphic Novel, promosso da università di Bologna, Universitè Paris Ouest La Dèfense e Accademia Belle Arti di Bologna. Tra gli autori ospiti anche Igort, Onofrio Catacchio, Sualzo, Davide Toffolo, Davide Reviati e Doug Headline (Venerdì 8 maggio, dalle 9.30 alle 18, Via Zamboni 32).