I tweet di @radiorumore

RuMORE è un progetto di CE@

CEA_banner

borea

Ready To REDDITO #sipuofare. A Modena si discute di giovani e reddito minimo PDF Stampa E-mail
Scritto da Gabriele Pasca   
Venerdì 15 Maggio 2015 11:35

ready-to-redditoA Modena per parlare di giovani e reddito di dignità. È questo il tema centrale del dialogo a più voci organizzato da Associazione ACT! e Libera, in programma lunedì 18 maggio a Modena, alle 20.45 al Teatro dei Segni in via San Giovanni Bosco 150.

Testimonianza di volontari della società civile, liberi professionisti, docenti, ricercatori, comunicatori, studenti, sindacalisti e lavoratori precari saranno al centro della serata. Un appello accorato al parlamento, quindi, perché legiferi a partire da proposte di legge già presenti.

Anche Modena vuole fare la sua parte in questa operazione di informazione e di pressione che, grazie al contributo di Libera, mira a consapevolizzare soprattutto le giovani generazioni sui temi della povertà e delle disuguaglianze quali vere e proprie piaghe da risolvere. Ecco perché, secondo i promotori, il tema del reddito minimo che garantisca autonomia alle persone non è più rinviabile.

Partecipano all’incontro: Cinzia Franchini (Presidentessa nazionale CNA-FITA), Monia Auricchio (Nidil-Cgil), Giuseppe Morrone (ricercatore freelance), Massimo Baldini e Giovanni Gallo (Dipartimento Economia Unimore), Franco Zavatti (coordinatore Legalità e Sicurezza Cgil Er), Simone Fana (Act!), Mara Mellace (Flc-Cgil), Gabriele Guaitoli (Udu-Unione degli Universitari), Antonio Monachetti (Libera), Simone Selmi (Fiom-Cgil), Stefano Zanardi (presidente Ordine dei Commercialisti Modena).

Modera la giornalista Anna Ferri.

L'evento FB