I tweet di @radiorumore

borea

Share Day raccontato da Rumore Web PDF Stampa E-mail
Scritto da Manuel Mangini   
Giovedì 17 Novembre 2016 20:35

pertini-share-dayLo scorso 28 ottobre si è tenuto Share Day, un appuntamento organizzato da Sh@re e Unilife per parlare di social media e comunicazione digitale di successo. 

E quando si parla di successo sono molte le pagine Facebook che vengono in mente, alcune erano proprio presenti all’appuntamento in università. Noi di Rumore Web eravamo presenti, ecco quello che abbiamo raccolto e deciso di raccontarvi.

Tra i protagonisti dell’evento Gli Autogol, pagina nata quasi per gioco da un gruppo di tre ragazzi che hanno iniziato la loro carriera con i cabaret teatrali. Una pagina “vetrina” per i loro contenuti multimediali, a cui si dedicano a tempo pieno per la gestione e per mantenerla attiva. Presenti anche le ragazze de Il terrone fuori sede, il famoso Ah ma non è Lercio e la neoromantica Una foto diversa della Prima Repubblica ogni giorno. Il fondatore di quest’ultima ha raccontato che la giusta conduzione della pagina e i temi che trattati sono principalmente suggeriti dai commenti, online e offline. Non solo quelli scritti dagli utenti su Facebook, ma anche le tematiche di cui parla la gente per strada. 

Viene spontaneo, a questo punto, chiederci se Facebook ed i vari social vengano usati come vetrina per mettersi in mostra o come strumenti di informazione e divulgazione della nostra cultura. Oggi come oggi la tecnologia offre mezzi e strumenti che se usati bene facilitano la libertà espressiva di ogni singolo essere umano. Il trucco per non rendere la nostra pagina una semplice vetrina e dare la possibilità a tutti di dire la propria opinione riguardo ad un argomento trattato è proprio quello di creare un interazione con i propri followers e creare uno scambio di opinioni attivo tra le parti. 

Di seguito una lista dei “trucchi” utilizzati da questi professionisti del settore. Un post di successo deve: 

- essere sul pezzo, ovvero deve trattare di argomenti contemporanei e reali 

- colpire e attirare l’attenzione dell’utente e quindi far ridere se si tratta di un post umoristico o far riflettere se stiamo condividendo un post di genere serioso 

- in caso di post umoristico si consiglia di fare auto satira piuttosto che intraprendere la strada del prendere in giro, soprattutto se focalizzata esclusivamente sui soliti soggetti o argomenti 

Ma nonostante le regole teoria non esiste una vera e propria scienza dei social media. Esistono migliaia di variabili in campo per cui risulta impossibile stabilire una formula unica. La magia dei social media è proprio questa.