I tweet di @radiorumore

RuMORE è un progetto di CE@

CEA_banner

borea

Playlisteena satellite: Fade e lo spazio electro-pop PDF Stampa E-mail
Scritto da chiara ugosetti   
Martedì 13 Dicembre 2016 21:18

FADEGli spazi cosmici di Fade si snodano tra voce e synth, elementi che non possono di certo mancare in un'elettronica sognante come quella di Francesco Bruno. È il suono in evoluzione: a volte si fa avvincente, altre diventa lieve quasi a trascendere. Fade sarà in concerto al Bainait Arci di Montecchio (RE) sabato 17 dicembre durante la seconda serata targata Concerteeno

Per presentarvi l'artista che salirà sul palco del Bainait di Montecchio, abbiamo creato una playlist satellite con cinque pezzi per raccontarvi la musica di Fade.

Why Us - Fade
Why Us è il singolo che dà il nome all'EP di Fade uscito lo scorso settembre. Un lavoro che si discosta da quelli precedenti per ricerca e progettazione. Nulla infatti è lasciato al caso, ed è per questo che anche ad un primo ascolto l'EP suona denso di sonorità con un crescendo piacevole. Un'onda che velocemente porta in alto l'ascoltatore per poi ricullarlo in armonie più basse e soft. 

 

Fame - The Acid 
Questo pezzo potrebbe sembrare lontano dall'immaginario musicale di Fade, ma se si ascolta bene la base di Why Us di Fade c'è un piccolo loop che ritorna in entrambe i singoli. L'elettronica ha un'infinità di suoni senza che l'orecchio umano li percepisca distintamente, ci vuole attenzione.

22 (OVER S∞∞N) - Bon Iver
Quando si parla di loop non può non essere nominato il nuovo King della loop-machine. Si parla ovviamente di Bon Iver che con 22 (OVER S∞∞N) cambia direzione al suo sound trascinandolo in un mondo più asciutto e macchinoso. La delicatezza della voce di Fade può essere paragonata ai soffici tocchi sulle spalle che il caro amato Justin Vernon ci dona ad ogni suo ascolto.

 

Le cose più rare - Cosmo
Le canzoni di Fade sono sature di suoni, proprio come quelle di Cosmo. Densità e sfumature, momenti di intensità alternati a silenzi. Sono sonorità che portano chiunque a chiudere gli occhi e ad ascoltare la pienezza di un brano ricco, solido, portante. La musica di Fade, così come quella di Cosmo, è questo: dettagli non superflui, ma necessari.

Breathe this air - Jon Hopkins
Jon Hopkins ha la grandissima capacità di passare dalla quiete alla tempesta in pochi mix. Questa varietà di suoni c'è anche nel repertorio di Fade, che affianca pezzi sospesi come Why Us a produzioni più rocciose come Trample.

Trample e lo stesso Why Us sono contenuti nell'ultimo EP di Fade, che potrete ascoltare dal vivo sabato 17 dicembre al Bainait Arci di Montecchio (RE).
Info evento: https://goo.gl/9JFnR3