I tweet di @radiorumore

RuMORE è un progetto di CE@

CEA_banner

borea

Premio Daolio 2011: ecco i gruppi in gara PDF Stampa E-mail
Scritto da Lorena Venturelli Francesca Murgolo   
Giovedì 31 Marzo 2011 15:35

daolioSi è aperta quest'anno la diciassettesima edizione del Premio Augusto Daolio, che a partire da martedì 29 marzo vede sfidarsi sul palco del Circolo Arci Calamita di Cavriago i diciotto gruppi in gara.
Ecco di seguito una breve presentazione degli artisti e del brano che hanno presentato alle selezioni del concorso.

Burnin' Guns
Il gruppo nasce nel 2007, quando quattro amici decidono di lanciarsi in una nuova avventura musicale dopo aver visto "Walk The Line", il film del 2005 che ripercorre le tappe della vita e della carriera di Johnny Cash, leggenda della musica country.

Pazza di me 

Dharma
Nati nel 2006, i Dharma sono arrivati al Daolio partendo da un garage della provincia reggiana. Non amano le etichette per descrivere il loro stile musicale, ma affermano di non essere più pop ma rock-pop-progressive. Hanno partecipato al Premio Daolio 2010, vincendo il Premio Daolio Web.

Alice

Divisione Syphon
La band, nata nel 2005, si definisce un gruppo di combattenti che lotta per resistere al nulla che avanza. Il loro stile è un misto tra il rock alternativo italiano sull'onda CCCP, Umberto Palazzo e Marlene Kuntz e quello britannico della scuola Clash, Joy Division, New Order.

Assalto al celibato

Ecos
Il quintetto si ispira principalmente alle sonorità che hanno segnato la storia pop-rock dagli anni settanta ad oggi. Le loro canzone sono state scritte con l'intento raccontarsi in modo originale, esclusivamente in italiano per poter raggiungere tutti gli ascoltatori.

Ogni volta

Emilia Sonica
Il gruppo nasce nel 2010 dall'unione di tre giovani ragazzi, gli ex ARIA.NUOVA.PROJECT che avevano partecipato anche l'anno scorso al Premio Daolio. Il nuovo grupp, accompagnato da una loop station, si rilancia in un nuovo progetto caratterizzato dalle sonorità post-punk.

My parent's darkness

Giacomo Cantelli
Giacomo, cantautore modenese, preferisce definirsi con la parola "songwriter", anche se il suo lavoro va oltre la scrittura di canzoni. Racconta storie di vita con la voce e con il suono classico del pianoforte, accompagnato da chitarra, batteria e basso.

Controverso

Icio Caravita
Cantante che inizia la sua avventura nella provincia Ferrarese, scrive e suona per provare emozioni. E' cresciuto tra il folk della romagna ed i locali del Nord e Centro Italia in cui lavorava come DJ, ora è in costante movimento tra l'Emilia dell'adolescenza e l'America, passando per Milano, dove continua a mantenere accese le sue passioni.

Sogno

Malastrana
Il gruppo nasce nel 2004 dalla sintonia dei cinque componenti che scrivono testi di stomaco, ma mai scontati o banali. Il crossover italiano è il loro genere, che li ha portati a vincere il Premio Speciale Giorgio Rizzo 2010 con la reinterpretazione de "Il Paese", brano che hanno reinterpretato per il Premio Daolio dell'anno scorso.

Atmosfere

Maninblù
Maninblù è un collettivo di musicisti nato nel 2002, che ha il valore aggiunto di proporre concerti ad alto impatto emozionale. Hanno come punto di riferimento il cantautorato italiano, quello di De Andrè e De Gregori, e le sonorità tipicamente americane alla Springsteen.

Todo

Mary
Dietro lo pseudonimo si nasconde Marilena, cantante reggiana con alle spalle un ricco bagaglio di esperienze musicali: band giovanili, studi di batteria, di tastiera e pianoforte! Continua a cantare nel trio Bloody Mary, ma per la sfida del Premio Daolio si è candidata come artista singola.

Libera voglio

Maybenot
Band di cinque giovani artisti di Bologna, che vanta un repertorio di ben 20 brani inediti dalla vena indie pop-rock italiano. La loro performance ha aperto molti concerti, tra cui quello dei Diaframma durante l'edizione 2010 del Festival della Musica Indipendente  e nel novembre dello stesso anno sono stati opener per una data bolognese dei reggiani Julie's Haircut.

Mentre offendi i sogni

Michela Santo
Giovanissima cantante che, a dispetto dell'età, dispone già di una ricca esperienza in campo musicale. Ha partecipato a moltissimi Festival in tutta la penisola italiana, soprattutto nelle zone dell'Emilia e nei pressi di Lecce. Uno dei suoi brani è stato proposto anche per Sanremo Giovani 2011.

Lasciami e vai

Pangea
Sono un gruppo nato nel 2006, che fa del legame con altre forme d'arte il suo punto di forza: il loro modo di scrivere i testi, le loro fonti di ispirazione sono date sia da musicisti che da scrittori e artisti. Uno dei punti di forza del gruppo è il suono del sassofono accompagnato dai classici strumenti chitarra, batteria e basso.

Terra in fiamme

Rashomon
Band di tre elementi di recente formazione, fa a meno del basso per creare un sound rozzo e nervoso. Le band a cui si rifanno sono gli americani White Stripes e gli italiani Bud Spencer Blues Explosion, da queste fonti d'ispirazione vogliono dare nuove aperture al mondo del rock.

Meglio rinunciare

Ross
Il gruppo, formato da tre ragazzi poco più che ventenni, prende il nome dal mare di Ross, scoperto nel 1841. I paesi selvaggi delle terre dell'Antartide e delle zone a nord del mondo sono quasi una loro fonte per scrivere i testi. Due terzi del gruppo ha partecipato al Premio Daolio 2010 con il nome di Cenize.

Misha

Tange's time
Carpigiani, nati negli anni '90, si fanno conoscere grazie alle loro performance deliranti e sempre innovative, quando suonano è facile che ci sia un orso sul palco! E' uno dei più numerosi gruppi in concorso che ha già sfornato molti EP.

Frutta

The Looser
Il gruppo modenese di quattro amici ha iniziato la sua avventura nel 2009, partendo da una sala prove improvvisata e seguendo le onde punk rock anni '90 stile Green Day e Blink 182. Giovanissimi, hanno già un po' di esperienza alle spalle, tra cui la partecipazione al Premio Daolio 2010.

Non ti salvi mai

Vanamusae
Fin dal 2007, anno della sua nascita, la band carpigiana vuole creare brani inediti, che uniscano esperienze musicali e letterarie. Hanno partecipato a numerosi concorsi rock della scena emiliana come Different Music e Pandemonio del 2009, a cui sono arrivati primi. Hanno aperto alcuni live di artisti della scena rock indipendente, tra cui Malfunk, Zen Circus, Giardini di Mirò e Nordgarden.

Come un segreto