Unimore: il progetto RAISE tra i migliori in ambito aerospaziale

La collaborazione tra Unimore e Unibo ha portato alla realizzazione del progetto RAISE. Il Principal Investigator, il Prof. Davide Barater, proviene dal Dipartimento di Ingegneria Enzo Ferrari (DIEF) ed è membro di MeltingLab. Si tratta del Laboratorio su convertitori, macchine e azionamenti elettrici, presieduto dal Prof. Giovanni Franceschini, sempre da DIEF. Il gruppo di ricerca RAISE è composto inoltre dal Dott. Nuzzo e dall’Ing. Pastura. Questo progetto è uno dei cinque che trattano della progettazione e dello sviluppo di convertitori e dispositivi elettrici basati su dispositivi a banda larga. RAISE in particolare aveva come scopo migliorare l’efficienza  e l’affidabilità degli azionamenti elettrici nelle applicazioni aerospaziali e questo utilizzando semi-conduttori a banda larga, come ad esempio il carburo di silicio. Questo avrà un impatto sui motori e generatori, che saranno più piccoli e leggeri e verranno ridotte perdite di potenza. Uno dei campi di applicazione sarà l’automotive.

Il Consorzio Clean Sky, il più rilevante programma di ricerca europeo nel settore aerospaziale, ha riconosciuto questo progetto come uno dei migliori finanziati in questo specifico ambito. Importanti parole sono state spese dal prof. Franceschini, che ha messo in evidenza quanto RAISE abbia portato a diverse pubblicazioni scientifiche: ciò rende quindi questo progetto un risultato rilevante per la ricerca a livello internazionale.